28 settembre 2019 INCONTRO IN GIALLO

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 16-9-19

Sabato 28 settembre alle ore 16:30 alla Fondazione Marini Clarelli Santi via dei Priori 84 avrà luogo la presentazione del romanzo giallo di Filoreto D’Agostino “Le regole della prudenza” (Elliot Editore) dal titolo “Incontro in giallo”.

Perché “Incontro in giallo”?
Barbara Marini Clarelli e Francesco Santi erano appassionati lettori di libri gialli, conservati in tre cassette presso la Fondazione, oltre alla serie completa di Andrea Camilleri nella Biblioteca dell'ex Soprintendente dell’Umbria destinata per lascito testamentario alla Galleria Nazionale. Semplice lettura da diporto o qualcosa di più intrigante? Santi raccontava ai nipoti in visita a casa sua e di Barbara a via del Lauro che la narrativa gialla gli era utile per il suo mestiere di storico dell’ arte. Perché?

Perché la narrativa gialla è come un “fertilizzante mentale” per lo storico dell’arte, ma anche per l’investigatore poliziesco e per il medico, i quali, tutti, hanno in comune nel loro mestiere il modello epistemologico del  “paradigma indiziario”, strutturato per arrivare alla verità (l’autore di un quadro, l’assassino in un delitto, la diagnosi di una malattia) attraverso la ricerca di indizi, tracce nascoste o poco visibili come argomenta lo storico Carlo Ginzburg in Spie. Radici di un paradigma indiziario in Miti emblemi spie, Torino, 1986.

Incontro in giallo propone una riflessione attorno a questo tema con la presentazione del romanzo giallo di Filoreto D’ Agostino “Le regole della prudenza” (Elliot Editore). D’Agostino è stato magistrato amministrativo con l’ultimo incarico come Presidente del TAR del Lazio. Andato in pensione ha ripreso una sua passione antica e ha scritto un “giallo” ambientato in una città di provincia la cui trama ruota attorno a una fondazione che conserva opere d’arte.

Presentano il libro come testimonianza di uno “sconfinamento dal mestiere primario” analogo a quello dell’ Autore

- Cristina Acidini, storica dell’arte, già Soprintendente al Polo museale di Firenze e attualmente Presidente dell’Accademia delle Arti e del Disegno a Firenze, autrice del romanzo giallo La scritta sul vetro (Firenze 2009);

- Alessandro Cannevale, Procuratore della Repubblica di Spoleto e Norcia, autore del giallo storico La foglia grigia (Torino 2009);

- Gabriella Mecucci, giornalista, Direttore responsabile della rivista “Passaggi”.

Alla fine dell’incontro un intervento dell’Autore concluderà l’incontro moderato da Caterina Bon Valsassina, storica dell’arte e Presidente della Fondazione.

tutte le news

12ee34wrTy84oN