ULTIMA DOMENICA DEL MESE GRATUITA

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 05-2-22

Abbiamo una notizia meravigliosa da darvi! Da febbraio fino a maggio ogni ultima domenica del mese potrete entrare a Palazzo gratuitamente! Vi aspettiamo per condividere con voi tutta la bellezza e il fascino di questo luogo senza tempo. 

 


12ee34wrTy84oN

I MERCOLEDÌ DELLA FONDAZIONE MARINI CLARELLI SANTI

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 14-1-22

MUSEI E ANTROPOLOGIA

MERCOLEDÌ 19 GENNAIO 2022 ORE 17.30

 
VITO LATTANZI
 
Antropologo, ha lavorato per anni presso la Direzione Generale Musei e ha contribuito concretamente all'avvio della Cultura del 2014. Ha diretto la Biblioteca, i Servizi educativi le Collezioni mediterranee del Museo preistorico etnografico "Luigi Pigorini" di Roma. Ha curato mostre e allestimenti (Ecomuseo del litorale romano a Ostia antica; Museo delle terre di confine a Sonnino). Autore di numerose pubblicazioni di argomento antropologico e museologico.
 
Introdurre
 
RUGGERO RANIERI
 
Storico, Presidente della Fondazione Ranieri di Sorbello a Perugia.
 
______________
 
Può aiutarci l'approccio di un antropologo per la comprensione del tema delle case-museo, a partire, come per tutti gli altri incontri della Fondazione, dalla casa museo di palazzo degli Oddi Marini Clarelli?
 
Certamente sì e per questo è stato invitato a parlare l'antropologo Vito Lattanzi a partire dalla sua recente pubblicazione Musei e antropologia. Storia, esperienze, prospettive (Roma, Carocci, 2021) che propone "nuovi scenari per musei promettenti", ribaltando l'approccio "artecentrico" a favor di una narrazione "antropocentrica", capace di evocare nel pubblico le persone che sono state dietro alle "cose" che oggi vediamo esposte. Per una casa museo l'approccio suggerito da Lattanzi sembra particolarmente promettente.
Sul tema della particolarità delle case museo ha dimostrato anni una spiccata sensibilità il Presidente della Fondazione Ranieri di Sorbello Ruggero Ranieri, che introdurrà il primo incontro del 2022.
 
 
INCONTRO ON LINE
Piattaforma ZOOM
https://zoom.us/j/5441798302?pwd=cDMybWhxdU1LMmV2VkxMRVBpSGd6QT09
ID 5441798302
passcode caterina
 

12ee34wrTy84oN

INFORMAZIONE DI SERVIZIO

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 06-1-22
Informiamo i gentili visitatori che a causa di problemi tecnici la nostra Casa Museo riaprirà al pubblico sabato 15 gennaio dalle 16 alle 18 e domenica 16 dalle 10:30 alle 12:30. Approfittate per prenotare la vostra visita guidata esclusiva scrivendo a 
👉 perugia@sistemamuseo.it. Vi aspettiamo numerosissimi!

12ee34wrTy84oN

BUON NATALE E BUON 2022!

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 23-12-21


12ee34wrTy84oN

NATALE A PALAZZO / #SPECIALOPENINGS

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 04-12-21
Felicissimi di comunicarvi che in occasione delle festività natalizie, oltre che nei consueti orari di apertura, Palazzo Degli Oddi Marini Clarelli, aprirà le sue porte ai visitatori anche nei seguenti giorni, con i seguenti orari:
 
Mercoledì 8 dicembre 10.30-12.30 / 16.00-18.00
Giovedì 9 dicembre 16.00-18.00
Venerdì 10 dicembre 16.00-18.00
Domenica 26 dicembre 10.30-12.30 / 16.00-18.00
Venerdì 31 dicembre 10.30-12.30
Giovedì 6 gennaio 10.30-12.30 / 16.00-18.00
 
Prenotate il vostro tour esclusivo scrivendo a  📩 perugia@sistemamuseo.it.
Venite ad immergervi in un'atmosfera unica! Vi aspettiamo!
 

12ee34wrTy84oN

VIRIDARIA DI PALAZZO: IL VERDE DOMESTICO

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 26-11-21

MERCOLEDÌ 1 DICEMBRE 2021 ORE 17.30 

ALBERTA CAMPITELLI

Storica dell'arte e dei giardini, museologa. Vice Presidente dell'Associazione Parchi e Giardini d'Italia (APGI), docente di Storia e gestione dei giardini presso la Scuola di Specializzazione in Beni Naturali e Territoriali all'Università La Sapienza di Roma, Presidente del Comitato tecnico-scientifico per i Musei e l'Economia della Cultura e membro del Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici (MIC).

Introdurre

ILARIA BORLETTI BUITONI Vice Presidente del FAI e Presidente dell'Associazione WETree. Membro del cda della Fondazione Marini Clarelli Santi.

_____________

Leon Battista Alberti, Andrea Palladio e poi Vincenzo Scamozzi prescrivevano per il decoro urbano belle fabbriche, piazze e porticati, e le piantagioni di alberi erano riservate ai viali suburbani, in particolare a quelli che conducevano alle ville signorili fuori città. I giardini urbani erano quindi confinati nei chiostri delle chiese o annessi a conventi, ma soprattutto erano appendici ed estensione di molti palazzi nobiliari, ad uso privato, e solo a partire dal XVIII secolo si afferma la presenza di verde ad uso pubblico “per i piaceri del popolo”.

Ampia è stata quindi la diffusione dei giardini di palazzo in età moderna, a partire dal XV secolo, e trova il suo fondamento in Vitruvio, che suggeriva per le residenze dei notabili “giardini curati”. Tra i molti esempi, alcuni ancor oggi conservati, si possono citare il giardino di Palazzo della Signoria a Firenze (Michelozzo, metà XV secolo), quindi, pochi anni più tardi un giardino è documentato annesso al Palazzo della Cancelleria a Roma, sopravvissuto fino al XIX secolo, il Palazzo Piccolomini a Pienza, voluto dal papa umanista Pio II, aveva un giardino pensile, come progettato da Bernardo Rossellino, come pensile erano l'originario giardino di Palazzo Marco, a Roma, demolito ad inizi 900 per la costruzione del Vittoriano , e quello di Palazzo della Rovere in Borgo. Non si contano i giardini di palazzo realizzati nei secoli successivi,

Verrà presentato nell'incontro un excursus su questa particolare tipologia di giardino, confronto con quello del Palazzo degli Oddi Marini Clarelli illustrato nella fotografia di apertura.

INCONTRO ON LINE
Piattaforma ZOOM
https://zoom.us/j/5441798302?pwd=cDMybWhxdU1LMmV2VkxMRVBpSGd6QT09
ID 5441798302
passcode caterina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


12ee34wrTy84oN

I MERCOLEDÌ DELLA FONDAZIONE MARINI CLARELLI SANTI

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 16-10-21

"DIPINGERE IN COPIA":

TEORIE, PRATICHE E CASI DI STUDIO A PERUGIA

MERCOLEDÌ 20 OTTOBRE 2021 ORE 17.30

 
CARLA MAZZARELLI
Professoressa di Museologia e Museografia presso l'Università della Svizzera italiana
 
MARCO PIERINI
Direttore della Galleria Nazionale dell'Umbria
_____________
 
 
Lo spunto per questo incontro nasce – come per tutti quelli di questo ciclo – a partire da un “oggetto” presente nella collezione della Fondazione e l'oggetto in questo caso è una copia della cimasa di Perugino raffigurante l'Imago pietatis per la Pala dei Decemviri, copia acquisita da Angelo degli Oddi (1601-1647), l'iniziatore della collezione seicentesca di palazzo degli Oddi.
Ma di copie pittoriche da maestri celebri il patrimonio della Fondazione ne conserva ben dodici: da Raffaello, da Leonardo, da Tiziano, da Caravaggio, da Sassoferrato: una vera miniera di materiale visivo poco studiato e perciò particolarmente utile per tentarne una classificazione alla luce del saggio di Carla Mazzarelli Dipingere in copia. Teorie e pratiche (Roma, Campisano Editore,  2018 ), una ricerca di straordinario interesse e qualità.
Ne parleremo con Carla Mazzarelli e con Marco Pierini, al quale la città di Perugia deve la massima gratitudine per essere riuscito, grazie alla sua capacità di costruire rapporti culturali e alla generosità e intelligenza della Direttrice dei Musei Vaticani Barbara Jatta, la ricostituzione della Pala dei Decemviri con il “ritorno a casa” dello scomparto centrale della pala, requisito per il Museo Universale di Napoleone, riportato a Roma da Canova ma lasciato alla Pinacoteca Vaticana dal 1820 (Catalogo della mostra La Pala dei Decemviri di Pietro Perugino, a cura di Barbara Jatta e Marco Pierini, Perugia, Galleria Nazionale dell'Umbria, 11 ottobre 2019-26 gennaio 2020; Città del Vaticano, Musei Vaticani, 8 febbraio – 30 aprile 2020).
______________
 
INCONTRO ON LINE
Piattaforma ZOOM
https://zoom.us/j/5441798302?pwd=cDMybWhxdU1LMmV2VkxMRVBpSGd6QT09
ID 5441798302
passcode caterina
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

12ee34wrTy84oN

OTTOBRE A PALAZZO

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 01-10-21

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


12ee34wrTy84oN

I MERCOLEDÌ DELLA FONDAZIONE MARINI CLARELLI SANTI

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 17-9-21

LA FORZA DELLA MATERIA: PAVIMENTI IN BATTUTO ALLA VENEZIANA

MERCOLEDÌ 22 SETTEMBRE 2021 ORE 17.30

MARIO PIANA
Professore ordinario di Restauro architettonico
all'Università IUAV di Venezia e Proto della Basilica di San Marco
 
Introduce
GIANLUCA DELOGU
Funzionario storico dell'arte della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria con una comunicazione sul progetto di restauro dei pavimenti in battuto alla veneziana nel palazzo degli Oddi Marini Clarelli
_____________
 
Come mai nel palazzo degli Oddi Marini Clarelli troviamo, al piano nobile, tre sale con il pavimento in battuto alla veneziana, tecnica non usuale a Perugia? Una delle ragioni più plausibili è che  ben tre membri della famiglia degli Oddi (Cesare, Bartolomeo, Giovanni Battista) , fra la seconda metà del Seicento e gli anni quaranta del Settecento,  prestarono servizio nell'esercito della Serenissima Repubblica di Venezia con incarichi militari importanti nei territori governati dalla Dominante dalla Dalmazia a Corfù. Durante i loro soggiorni veneziani i degli Oddi avevano certamente visto nei palazzi della Serenissima i pavimenti in battuto alla veneziana e, al loro rientro in patria, potrebbero aver deciso di importare quella tecnica per i pavimenti delle sale di maggior pregio del loro palazzo perugino prospicienti via dei Priori (la Prima Anticamera ei Paesaggi, la Quadreria, il Salotto rosso e oro), databili fra la fine del XVII e il XVIII secolo, con ridipinture e restauri successivi.
 
Quali sono le caratteristiche del “battuto alla veneziana”? Quale è la tecnica costruttiva? Da quando è stato utilizzato? A queste domande risponderà  Mario Piana facendoci penetrare con esempi concreti il ​​segreto di questa tecnica, diffusissima a Venezia ed esportata a Perugia.
La  Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria , proprio in considerazione del pregio e rarità (per Perugia) della tecnica in un palazzo del centro storico sottoposto a tutela diretta, ha  finanziato il restauro dei  pavimenti che inizierà nelle prossime settimane con un progetto che ci illustrerà  Gianluca Delogu .
______________
 
INCONTRO ON LINE
Piattaforma ZOOM
https://zoom.us/j/5441798302?pwd=cDMybWhxdU1LMmV2VkxMRVBpSGd6QT09
ID 5441798302
passcode caterina
 

 

 

 


12ee34wrTy84oN

SETTEMBRE A PALAZZO

Pubblicato da Fondazione Marini Clarelli Santi il 01-9-21
Benvenuto Settembre! Continuano per tutto il mese le nostre passeggiate a Palazzo, esclusivi tour guidati immersi in un'atmosfera unica! Non perdete l'appuntamento con una delle dimore storiche più belle e suggestive di Perugia, tra eleganti saloni, incredibili storie e preziosi dipinti.
 
______________
 
VISITA ACCOMPAGNATA AL PALAZZO E AL SUO GIARDINO
 
Partenza visite ore 10.00 | 11.00 | 16.00 |17.00
 
Giovedì e domenica > partenza visite ore 16.00 |17.00
 
Ingresso gratuito per massimo 8 partecipanti a gruppo, prenotazione consigliata a perugia@sistemamuseo.it
 

12ee34wrTy84oN